Blog

La strategia di Pyeongchang per nascondere i ristoranti di carne di cane dai visitatori delle Olimpiadi!

Pyeongchang’s project to hide the Dog Meat Restaurants from Olympic visitors! in Italian.

Please contact the news media in your country with these translations. Don’t see your language? If you would like to translate for us in your language, please contact us. We are always on the lookout for translation volunteers so that we can reach more people around the world.

Clicca QUI per vedere le notizie televisive riguardo al progetto del governo di rimuovere le insegne dei ristoranti di carne di cane prima dei Giochi Olimpici di Pyeongchang.

Video: Canale A News. “Ritirate le insegne con le parole Zuppa di carne di cane” : il mal di testa di Pyeongchang prima delle Olimpiadi. Questo programma televisivo fa vedere che 41 ristoranti di carne di cane nella zona di Pyeongchang e Gangneung devono cambiare i loro cartelli per rimuovere le scritte come “Zuppa di carne di cane” e altri simili che contengono la parola cane. Una proprietaria di un ristorante di carne di cane afferma di essere preoccupata, in quanto rimuovere i cartelli potrebbe danneggiare la loro attività, perché i ristoranti di carne di cane sono diversi dagli altri e la gente li riconosce dalle insegne esteriori. Un residente di Gangneung afferma che di fronte ai visitatori stranieri le insegne dei ristoranti di carne di cane sarebbero deleterie per l’ immagine della Corea e si augura che questi ristoranti lo terranno presente. Il giornalista parla anche dei movimenti attivisti di Boicot al di fuori della Corea del Sud.

Manca ormai meno di un anno ai Giochi Olimpici Internazionali di Pyeongchang 2018. Sul nostro sito Boycott PyeongChang 2018 Action Center, abbiamo una lista d’azioni che potete intraprendere per protestare contro la ripugnante industria di carne di cane e gatto in Corea.

Di seguito, trovate la traduzione di un’ articolo di KARA Korea Animal Rights Advocates’ (KARA) (I difensori dei diritti animali in Corea), riguardante il progetto di Pyeongchang per ovviare alle critiche internazionali contro la crudeltà della carne di cane in Corea.

Clicca QUI per il commentario di KARA

[Commentario] Esaminiamo la limitazione e significato di cambiare tutte le insegne dei ristoranti di carne di cane a Pyeongchang alla vista dei Giochi Olimpici invernali 2018.

La provincia di Gangwon attualmente ha iniziato i preparativi per accogliere i visitatori delle Olimpiadi Invernali, che avranno luogo a Febbraio 2018. Per rimediare alla scarsezza di alberghi e ristoranti e per creare ingressi addizionali per le famiglie rurali, si provvederanno aiuti economici per l’industria alberghiera per rafforzare lo spirito di servizio e ospitalità delle comunità rurali locali e introdurre la cultura coreana ai visitatori. Addizionalmente, certi ristoranti che potrebbero evocare emozioni negative ai visitatori stranieri saranno sottoposti a riforme, includendo nuove insegne, con l’intenzione di nascondere la vera causa di controversia e ovviare il dibattito.

Ma qual’ è la causa di fondo delle temute emozioni negative degli ospiti dei Giochi Olimpici ? 18 ristoranti di carne di cane nella provincia di Gangwon nei dintorni di Pyeongchang e Gangneung. Il governo sovvenzionerà fino a 10,000,000 Won per ogni ristorante per cambiare i loro cartelli (3,000,000) e riformare i loro locali (7,000,000). 50% dei costi di questo progetto saranno finanziati dalla provincia e 50% dal comune.

Azioni di protesta e Boicott contro il Boshintang (zuppa di carne di cane) e il crudele abuso sui cani di quest’ orribile industria, sono abbastanza frequenti prima di ogni importante evento internazionale. Il governo, comunque, ha sempre risposto con provvedimenti inefficaci e inadeguati, come rimuovere le insegne, invece di risolvere il problema di fondo, intrinseco all’ industria di carne di cane. Nonostante il fatto che l’ Atto di Protezione Animale sia stato un risultato della protesta pubblica durante le Olimpiadi di Seoul nel 1988, contro la brutalità dell’ industria di carne di cane, il governo ha dimostrato di non avere fatto nessun progresso nel focalizzare questo problema da 30 anni a questa parte.

Adesso si tratta di 18 ristoranti nei quali rimuovere i cartelli con la scritta “Boshintang, Sacheoltang, Yeongyangtang, Yeongyangwon”, che potrebbero evocare reazioni di disgusto, è certamente un’ atto significativo, così come riformare le vetrine, entrate, pareti, per rimuovere parole e frasi relazionate con la carne di cane. Da una parte, pensiamo che provvedere un’ aiuto economico di 7,000,000 Won a questi locali per il loro rinnovo, sia senza dubbio appropriato.

Ciononostante, dall’ altra parte, pensiamo che questo progetto non possa risolvere il problema di fondo è pertanto sia una mera formalità. Sarà difficile evitare la condanna del commercio di carne di cane e la sua crudeltà verso i cani con la semplice rimozione delle insegne di 18 ristoranti di carne di cane. Sarà ugualmente difficile evitare le critiche internazionali quando è chiaro che la rimozione dei cartelli è totalmente inefficace.

Oltretutto, lo strano nome che il governo ha utilizzato per questo progetto è ugualmente problematico “Ristoranti che potrebbero evocare emozioni negative negli stranieri”. Mentre l’ opposizione al consumo di carne di cane diventa sempre più evidente in Corea e l’ emendamento della Legge di Protezione Animale per punire la mattanza di cani è notorio, in quanto il commercio di carne di cane implica una crudeltà radicata, il titolo di questo progetto conduce la gente a credere erroneamente che questa questione sia solo un conflitto tra coreani e stranieri.

Oltretutto, il governo provinciale di Gangwon permetterà che questi 18 ristoranti continuino a operare servendo carne di cane durante le Olimpiadi, anche dopo la rimozione delle insegne e di rimetterle una volta terminate le Olimpiadi, affermando di rispettare la volontà di questi ristoranti.

Addizionalmente, il governo provinciale di Gangwon non ha presentato nessun programma per indurre i ristoranti di carne di cane che ricevono i 7,000,000 Won in sussidi economici per ristrutturare i locali a cambiare i loro modelli d’ attività ne durante, ne dopo le Olimpiadi.

È un dato di fatto che in Corea la richiesta di zuppa di carne di cane sta diminuendo, mentre l’ accettazione dei cani come animali da compagnia sta aumentando.

In ogni caso, indipendentemente dai preparativi per ospitare i visitatori dell’ imminente evento internazionale, la società coreana diverrebbe iniziare a proporsi di contribuire attivamente a porre definitivamente fine al consumo di carne di cane, che è sinonimo di crudeltà animale ad ampia scala.

Il governo provinciale di Gangwon dovrebbe approfittare del progetto di rimozione dei cartelli come un’ opportunità per migliorare l’ immagine internazionale della Corea e mitigare le critiche mondiali delle sue inefficaci Leggi di protezione animale, chiaramente simbolizzate dall’ industria e consumo di carne di cane.

Sfortunatamente, al momento, la strategia della provincia di Gangwon è tanto inefficace come costruire un castello di sabbia.

Take Action

BOICOTTIAMO PYEONGCHANG 2018

Boycott Pyeongchang_1440x2160_g-2

Photo: Dog meat farm in South Korea. SaveKoreanDogs.org.

Print Friendly

Leave a Reply